Benvenuto Accedi
oppure Registrati

Cerca un libro

Le collane

Oggi puoi iniziare subito a leggere: basta un click!

I nostri eBook sono disponibili in diversi formati e sono distribuiti sui principali store online

Per saperne di più...

Scheda

Home / Catalogo / Collane / Scheda
Email facebook twitter

Saggistica | Sgresénde

L'Utopia Tropicale: Khartoum

Prezzo: 15.00€ (-15%) 12.75 €

Marina d'Errico

L'Utopia Tropicale: Khartoum

Colonia britannica 1898-1910

  • Saggi di: Prefazione di Lionello Puppi
  • Traduzioni di: Daniela Almansi
  • Collana: Sgresénde
  • Pagine: 116
  • Immagini: 17 immagini in bianco e nero
  • Formato: 16,5x23,8
  • Confezione: brossura con alette
  • ISBN: 978-88-6322-264-7
  • Note:

    Bilingue: italiano/inglese

    Una città ideale, alla confluenza di due fiumi, dove nasce il grande Nilo, da ricostruire partendo da zero. Un team progettuale d’eccellenza. L’utopia urbana e progressista di medici e urbanisti tra Ottocento e Novecento, alle prese con l’esplosione demografica e con la missione civilizzatrice dell’uomo bianco. Nella rifondazione britannica di Khartoum tutte le condizioni necessarie e sufficienti sono riunite per la stesura di un piano che, invece, presenta curiose ambiguità. L’esistenza di un protocollo segreto, che affonda le sue radici in elementi contingenti quali l’equilibrismo diplomatico dell’Inghilterra vittoriana nella corsa all’Africa, fra il Congresso di Berlino e la Prima Guerra mondiale, le lotte intestine in seno al governo, un problema militare di difesa il background culturale e le ambizioni personali dei suoi protagonisti, è l’ipotesi di questo saggio.

     

    An ideal city to be rebuilt from scratch where two rivers flow into one another to give birth to the great Nile. An elite team of designers. The progressive utopia of urban planners and doctors between the 19th and 20th centuries, coming to grips with the demographic explosion and with the white man’s civilizing mission. These are a few of the elements that come into play in the British reconstruction of Khartoum in the late 19th-century, after a series of bloody defeats and difficult victories. All the necessary and sufficient conditions for the drafting of a state-of-the art project are met. Instead, it so happens that the plan presents a number of ambiguities intersecting on various levels: the existence of a secret protocol, rooted in a complex military conundrum; the difficult search for a diplomatic balancing act in the British scramble for Africa, between the Berlin Conference and WWI; Victorian England’s rock-steady belief in its own values; the complex cultural and ideological background of the episode’s protagonists. The present essay addresses the combination of all these factors, which, while distancing Khartoum from its idealised image, give an almost fictional quality to its history.


     

     

     

Il libro